Tag: ICD-9-CM

COVID-19

L’effetto COVID-19 sugli accessi di pronto soccorso in provincia di Bolzano

Publication date: 11/05/2021 – E&P Code: repo.epiprev.it/2379
Authors: Bonetti Mirko1, Fanolla Antonio1, Vian Paolo2, Vittadello Fabio2, Melani Carla1

Abstract: Tra marzo e maggio 2020, anche la provincia di Bolzano ha dovuto fronteggiare la pandemia da COVID-19, che ha messo sotto forse pressione il sistema ospedaliero. Il tasso di positività ha evidenziato successivamente una riduzione, per poi risalire nuovamente a partire dal mese di ottobre. Per affrontare tale emergenza, è risultata necessaria una riorganizzazione ospedaliera che ha riguardato anche il Pronto Soccorso, volta a limitare e gestire in maniera efficace ed efficiente il contagio. L’indicazione ai cittadini di recarsi al Pronto Soccorso solo se strettamente necessario e il timore di un possibile contagio, ha comportato nel periodo temporale osservato (24 febbraio – 31 dicembre 2020), una riduzione degli accessi pari al 33,2% rispetto alla media del biennio 2018/19, con picchi di oltre il 70% tra fine marzo ed inizio aprile. L’analisi sugli accessi deve tuttavia tener conto dell’andamento della pandemia, con le criticità maggiori nei mesi da marzo a maggio e da ottobre a dicembre. L’incremento, seppur lieve dell’incidenza dei codici triage rossi (da 0,7% a 0,9%), dei codici arancioni (da 7,8% a 8,7%) e degli accessi esitati in ricovero (da 11,6% a 13,8%) unito alla contemporanea riduzione dei dimessi a domicilio (da 81,5% a 79,8%) evidenzia come le casistiche trattate siano state più gravi rispetto al biennio precedente. Si è assistito ad un aumento marcato, pari a oltre 1.000 casi di accessi con diagnosi di polmonite virale; l’allentamento delle misure di chiusura nei mesi estivi, ha invece determinato una riduzione complessivamente contenuta dell’incidenza degli accessi con diagnosi di traumatismi (da 34,6% a 33,9%). Resterà poi da valutare come la riduzione per molte patologie sia acute (differibili e non differibili) e croniche potrà incidere in futuro sullo stato di salute della popolazione. Il presente lavoro riprende ed aggiorna la precedente analisi effettuata sui primi mesi della pandemia.

More >
COVID-19

L’effetto COVID-19 sugli accessi di pronto soccorso in provincia di Bolzano: un’analisi preliminare

Publication date: 06/08/2020 – E&P Code: repo.epiprev.it/1968
Authors: Bonetti Mirko1, Fanolla Antonio1, Vian Paolo2, Vittadello Fabio2, Melani Carla1

Abstract: L’epidemia causata dal COVID-19 ha colpito anche la provincia di Bolzano seppur in maniera inferiore ad altre regioni del Nord Italia. Per affrontare tale emergenza, è risultata necessaria una riorganizzazione ospedaliera, volta a limitare e gestire in maniera efficace ed efficiente il contagio, che ha riguardato anche il Pronto Soccorso. Ai cittadini è stata data indicazione di recarsi al Pronto Soccorso solo se strettamente necessario. Tale indicazione da un lato e il timore di contagio dall’altro, ha comportato nel periodo temporale osservato (24 febbraio – 30 aprile 2020), una riduzione degli accessi pari al 49,5% rispetto alla media del biennio 2018/19. L’analisi sugli accessi ha messo in luce a livello di incidenza sul totale l’ incremento degli accessi esitati in ricovero, dei codici triage arancioni e la sostanziale stabilità dell’incidenza relativa dei codici rossi; questi dati uniti alla contemporanea riduzione degli abbandoni e dei dimessi evidenziano come la casistica trattata effettivamente abbia riguardato principalmente le casistiche più gravi. Si è osservato un rilevante incremento di diagnosi associate a polmoniti e a esposizioni e contatto con malattie virali, mentre le limitazioni ai movimenti dei cittadini imposte dal lockdown hanno determinato una significativa riduzione degli accessi per traumatismi e per molte altre patologie, sia acute che croniche. Considerato il breve periodo temporale esaminato, tale analisi é da considerarsi preliminare. Solo i mesi futuri ci diranno poi se l’impatto dell’epidemia da COVID-19, abbia riguardato eventi sanitari potenzialmente inappropriati, patologie differibili oppure anche non differibili, se abbia influito nella gravità dello stadio alla diagnosi delle forme tumorali o se abbia determinato variazioni nelle condizioni dei pazienti affetti dalle varie patologie croniche.

More >
Scroll Up