Tag: ISTAT

Comparison of 2020 mortality to 2015-19: geographical distribution of the permutation-based p-values based on included population

Identifying the Italian provinces with increased mortality during CoVID epidemics using the data made available by Istat – a methodological challenge

Publication date: 02/05/2020 – E&P Code: repo.epiprev.it/1446
Authors: Lara Lusa1

Abstract: During the CoVID epidemics in Italy it became of great interest to investigate the number of occurred deaths, regardless of their confirmed CovID positivity. To address this problem, on April 1st the Italian National Statistical Office (Istat, Istituto Nazionale di Statistica) published the data of a selected group of Italian municipalities, making available the number of deaths observed on a daily basis from January 1st to March 21st 2020; data were stratified by gender and in class categories. To make comparisons with the previous years possible, the daily stratified number od deaths that occurred from 2015 to 2019 in the same period were also published. Later, the data were updated weekly and at the time of writing three data releases were available, which included the number of deaths up to April 4th. Istat clarified that only municipalities with at least 20% mortality increase compared to 2015-19 were included in the dataset.

More >

I dati ISTAT sulla mortalità a Marzo 2020 presentano un bias di selezione?

Publication date: 10/04/2020 – E&P Code: repo.epiprev.it/1123
Authors: Corrado Magnani1, Dario Gregori2

Abstract. Il 1′ aprile ISTAT ha dato la disponibilità dei dati di mortalità a livello comunale per il periodo 1 – 21 Marzo per 1.084 comuni, senza però fornire dettagli sul criterio di selezione. Abbiamo subito utilizzato questi dati, confidando che non vi fossero altri criteri di selezione oltre a quelli operativi richiesti per la disponibilità tempestiva dell’informazione.
Le informazioni a livello comunale sono state ampiamente usate, non solo da noi, per rispondere ad alcuni quesiti che riteniamo di estremo rilievo, in particolare per quanto riguarda la variazione della mortalità in eccesso rispetto a quanto attribuito ufficialmente all’epidemia, anche con proiezioni a livello regionale e nazionale. Nei 1084 comuni del campione dal 1 al 21 marzo 2020 si sono osservati 16.126 decessi mentre l’atteso sulla base della media 2015-2019 era di 7.843,4 morti. Da questo si rileva l’importanza di poter usare questi valori per stimare l’eccesso di mortalità a livello regionale e nazionale.
Nulla di tutto questo è fattibile correttamente poiché il campione è stato selezionato in modo distorto, con un chiaro bias di selezione.

More >
Scroll Up